Back
Normative
26.01.2012
Le novità sulle detrazioni fiscali 36% e 55%

La recente Manovra Salva Italia del Governo Monti stabilisce quanto segue:


• la detrazione fiscale del 36%per gli interventi di ristrutturazione edilizia diventa permanente dal 2012 e viene estesa anche agli interventi di ricostruzione o ripristino di immobili danneggiati da calamità naturali. Il tetto massimo della spesa a cui applicare la detrazione resta di 48.000 euro per unità immobiliare.

Sono detraibili le spese per i seguenti interventi: manutenzione ordinaria e straordinaria, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su parti comuni di edifici residenziali; manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singole unità immobiliari; realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali anche di proprietà comune; eliminazione di barriere architettoniche; interventi per la cablatura degli edifici e contenimento dell’inquinamento acustico; realizzazione di opere finalizzate al risparmio energetico; adozione di misure antisismiche; bonifica dall’amianto.

• la detrazione fiscale del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici è prorogata fino al 31 dicembre 2012. Dal 1° gennaio 2013 si potrà usufruire della detrazione del 36% che agevola la realizzazione di opere finalizzate al risparmio energetico, con particolare riguardo all’installazione di impianti da fonti rinnovabili.

La detrazione del 55% agevola i seguenti interventi: riqualificazione globale su edifici esistenti, fino a un massimo di 100.000 euro di valore della detrazione; riqualificazione degli involucri (cioè sulle strutture opache: coperture e pavimenti, finestre comprese di infissi) fino a un massimo di 60.000 euro; installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda fino a un massimo di 60.000 euro; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale fino a un massimo di 30.000 euro.